INDUSTRIA 4.0 E LOGISTICA AERONAUTICA

Il Comando Logistico dell’Aeronautica Militare Italiana ha organizzato, a Roma lo scorso 13 Giugno, un workshop dal titolo “Da Industria 4.0 a Logistica 4.0: la corsa verso il futuro è iniziata”.
L’evento, a cui hanno partecipato i più importanti partner del mondo istituzionale, della ricerca e dell’industria, è stata l’occasione per l’Aeronautica Militare di approfondire gli aspetti del programma Industria 4.0 e le tematiche legate “all’Era della fabbrica intelligente”.

Attraverso i contributi dei diversi relatori, istituzionali come il Direttore Generale del MiSe Stefano Firpo; dell’industria aerospaziale come Leonardo, Advanced Logistics for Aerospace – ALA, Avio Aero, Elettronica e Vitrociset; dei servizi come Google e Trenitalia e del settore accademico e della ricerca come il Politecnico di Torino e l’Università di Teramo, sono state approfondite le implicazioni di una rivoluzione che punta a cambiare radicalmente tutti i processi produttivi e che pone al centro dell’attenzione concetti chiave quali la robotica, l’automazione, la realtà aumentata, la gestione di enormi e complesse mole di informazioni e i cosiddetti Big Data.
La ricerca di una sempre maggiore efficienza rappresenta per le forze armate l’obiettivo primario – ha commentato il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, aprendo i avori -. La logistica 4.0 è in questo senso il futuro. Una rivoluzione culturale e tecnologica che è già in atto e che può rappresentare il motore del Sistema Paese”.

L’evento non deve considerarsi un fatto isolato, ma è pensato e realizzato per rappresentare il primo passo verso un percorso di crescita, approfondimento e stretta collaborazione. È in quest’ottica che nei prossimi mesi sarà creata una piattaforma di collaborazione che punta a permettere ad Enti e realtà diverse di confrontarsi, condividere idee sui temi legati alla “Logistica 4.0” per l’Aeronautica Militare.
Gruppi omogenei di esperti delle istituzioni e del mondo accademico, della grande industria, delle PMI e delle start-up, si confronteranno successivamente nell’ambito di uno specifico evento hackathon, una sorta di maratona creativa della durata di 48 ore in cui persone di diversa estrazione si sfideranno per trovare la migliore soluzione al tema individuato” – si legge nel comunicato diffuso dall’AM italiana.

Federico Cabassi

Post Correlati

Leave a comment