DEMETRA: IN ENAC PER DISCUTERE DELLA TRASFORMAZIONE GIURIDICA, A 20 ANNI DALLA NASCITA

In occasione dei 20 anni dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – ENAC,  Il Centro Studi Development of European Mediterranean Transportation – Demetra, insieme alla Fondazione 8 ottobre 2001 e SAVE SpA Società di gestione dell’Aeroporto Marco Polo di Venezia, ha organizzato una tavola rotonda con i massimi esperti del trasporto aereo, tra cui Vito Riggio, Presidente dell’Ente italiano; Riccardo Nencini, Vice-Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti; Antonio Catricalà, Presidente Aeroporti di Roma; Tiziano Onesti, Presidente Aeroporti di Puglia; Monica Scarpa, Amministratore Delegato di SAVE e Fabrizio Palenzona, Presidente Assaeroporti.

L’appuntamento, svoltosi a Roma il 5 luglio scorso e che rientra nel ciclo d’incontri annuali giunti quest’anno alla XII edizione, ha consentito di discutere l’ipotesi di trasformazione dell’ENAC in Ente pubblico economico, partendo dalla riflessione sul volume “Governance del Trasporto Aereo – trasformazione giuridica dell’ENAC” scritto dall’Avv. Pierluigi Di Palma, Presidente del Centro Studi Demetra, arricchito dalla quarta di copertina del Prof. Antonio Catricalà, e dalla prefazione del Prof. Mario Sebastiani.

“Il volume, decima pubblicazione della collana del Centro Studi Demetra – I Quaderni dell’Aviazione Civile, si propone di fornire elementi utili per effettuare una riorganizzazione della Governance del trasporto aereo e per consentire, in particolare, all’ENAC, oggi fortemente penalizzato dal blocco delle assunzioni e da una serie di interventi normativi indistintamente finalizzati alla spending review delle Pubblica Amministrazione, di svolgere, con una maggiore e migliore flessibilità operativa, il ruolo di Autorità dell’aviazione civile – si legge nel comunicato stampa diffuso dal Centro Studi Demetra -. Lo studio porta a ritenere che la trasformazione dell’ENAC in Ente pubblico economico, contemplata dal decreto istitutivo dell’Ente, sia la strada più agevolmente percorribile per recuperare l’efficienza e l’autonomia dell’Autorità di settore”.

Il dossier sottolinea la necessità di intraprendere un percorso di rinnovamento, ormai necessario,  per consentire all’Ente di consolidare i propri poteri ispettivi, di indirizzo, di vigilanza attiva e, al contempo, di proiettarsi nel futuro, investendo in nuovi progetti come quello degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto – APR. Una strategia che, superando la critica riduzione delle risorse professionali a disposizione, consente di  riaffermare il proprio ruolo di Amministrazione di Eccellenza, capace di presidiare il settore e al contempo  garantire la tutela del passeggero e la sicurezza del trasporto aereo in generale.

Il convegno è stato non solo l’occasione per la consegna del IV Premio del Comparto Aerospaziale, attribuito al Prof. Catricalà, ma anche il conferimento di una borsa di studio del valore di € 5.000,00, finalizzata ad “una ricerca tesa a configurare nel nostro ordinamento l’istituzione di Port Authorities, prendendo spunto da un esempio concreto di polo logistico integrato rappresentato dalle indubbie sinergie economico-sociali configurabili tra il porto di Taranto e l’aeroporto di Grottaglie, tali da contrastare, in uno sviluppo ecosostenibile, la crisi anche di carattere occupazionale, della siderurgia”.

Federico Cabassi

Leave a comment